LINK RAPIDI:   • Cause   • Fino a Che Età   • Integratori per la Fertilità   • Altri Rimedi   • Alimentazione   • Test Fertilità

L’infertilità è un problema crescente in tutto il mondo.

Colpisce circa una coppia su sei e i ricercatori stimano che circa un caso su tre sia dovuto a problemi di fertilità nel solo partner maschile.

Anche se l’infertilità maschile non è sempre curabile, a volte può essere migliorata con una dieta sana, integratori e altre strategie di stile di vita.

Vediamo quali sono i migliori integratori, cibi e rimedi per la fertilità maschile e il concepimento!

 

COS’È L’INFERTILITÀ MASCHILE?

integratori fertilità maschile

La fertilità si riferisce alla capacità delle persone di riprodursi con mezzi naturali.

L’infertilità maschile è quando un uomo ha scarse possibilità di mettere incinta la sua compagna.

Di solito dipende dalla qualità dei suoi spermatozoi, ma non solo.

I seguenti aspetti della funzione sessuale e della qualità dello sperma possono influenzare la fertilità:

LIBIDO: nota anche come impulso sessuale, la libido descrive il desiderio di una persona di fare sesso. Gli alimenti o gli integratori che potrebbero aumentare la libido sono chiamati afrodisiaci.

LIVELLI DI TESTOSTERONE: bassi livelli di testosterone, l’ormone sessuale maschile, possono essere responsabili della sterilità in alcuni uomini. In questo caso è possibile provare degli integratori per il testosterone basso.

DISFUNZIONE ERETTILE: conosciuta anche come impotenza, la disfunzione erettile è quando un uomo non è in grado di sviluppare o mantenere un’erezione.

CONTEGGIO DEGLI SPERMATOZOI: un aspetto importante della qualità dello sperma è il numero o la concentrazione di spermatozoi in una data quantità di sperma.

ASTENOSPERMIA (motilità degli spermatozoi): una funzione essenziale degli spermatozoi sani è la loro capacità di muoversi. La motilità dello sperma è misurata come la percentuale di spermatozoi in movimento in un campione di sperma.

 

INFERTILITÀ MASCHILE: LE CAUSE

L’infertilità può avere cause multiple e può dipendere dalla genetica, dalla salute generale, dalla forma fisica, dalle malattie e dai contaminanti alimentari.

Più specificatamente:

Produzione o funzione spermatica anormale. Dovuta a testicoli ritenuti, difetti genetici, problemi di salute come il diabete, o infezioni come clamidia, gonorrea, parotite o HIV. Anche le vene allargate nei testicoli (varicocele) possono influenzare la qualità dello sperma.

Problemi di trasporto dello sperma. Dovuti a problemi sessuali, come l’eiaculazione precoce; alcune malattie genetiche, come la fibrosi cistica; problemi strutturali, come un blocco del testicolo; o danni o lesioni agli organi riproduttivi.

Sovraesposizione a determinati fattori ambientali, come pesticidi e altre sostanze chimiche, e radiazioni. Anche il fumo di sigaretta, l’alcol, la marijuana, gli steroidi anabolizzanti e l’assunzione di farmaci per il trattamento delle infezioni batteriche, l’ipertensione e la depressione possono influire sulla fertilità. L’esposizione frequente al calore, come nelle saune o nelle vasche idromassaggio, può aumentare la temperatura corporea e può influenzare la produzione di sperma.

Danni legati al cancro e al suo trattamento, comprese le radiazioni o la chemioterapia. Il trattamento del cancro può compromettere la produzione di sperma, a volte in modo grave.

 

FERTILITÀ MASCHILE: FINO A CHE ETÀ?

Mentre gli effetti dell’età femminile sulla fertilità sono noti da molto tempo, studi più recenti hanno scoperto che anche l’età del partner maschile influisce sulla possibilità di gravidanza e sulla salute della gravidanza.

La fertilità maschile inizia generalmente a diminuire intorno ai 40-45 anni quando la qualità dello sperma diminuisce.

L’aumento dell’età maschile riduce le possibilità complessive di gravidanza e aumenta il tempo di gravidanza (il numero di cicli mestruali necessari per rimanere incinta) e il rischio di aborto spontaneo e di morte fetale.

Anche i figli di padri più anziani hanno un rischio maggiore di problemi di salute mentale (anche se questo è ancora raro).

I figli di padri di 40 anni o più hanno cinque volte più probabilità di sviluppare un disturbo dello spettro autistico rispetto ai figli di padri di 30 anni o meno.

Hanno anche un rischio leggermente maggiore di sviluppare la schizofrenia e altri disturbi mentali più tardi nella vita.

 

INTEGRATORI PER FERTILITÀ MASCHILE E CONCEPIMENTO: ECCO I MIGLIORI!

Vediamo ora quali sono gli integratori utili alla fertilità maschile e al concepimento.

La maggior parte di questi influiscono positivamente se 3 fattori:

  • Qualità dello sperma
  • Motilità seminale
  • Concentrazione dello sperma

Alcuni di questi sono anche stati studiati direttamente per la fertilità portando a ad un aumento dei concepimenti, come per l’Acido D-Aspartico.

Ecco i migliori integratori per la fertilità maschile:

MIGLIOR INTEGRATORE PER LA FERTILITÀ MASCHILE!

 #1   ACIDO D-ASPARTICO (DAA)

Nr. di Studi: [2]   –   Efficacia 

acido aspartico

L’Acido D-Aspartico (DAA) è un regolatore di aminoacidi della sintesi del testosterone ed è anche uno dei migliori integratori per l’infertilità maschile.

Il DAA agisce su diversi aspetti dell’infertilità maschile.

Infatti, secondo gli studi, è in grado di aumentare:

  • Qualità dello sperma
  • Motilità seminale
  • Concentrazione dello sperma

Inoltre, una ricerca suggerisce che anche la fertilità è cresciuta del 26% entro 90 giorni dall’assunzione.

Dove acquistare l’Acido D-Aspartico?

 #2   ZENZERO

Nr. di Studi: [1]   –   Efficacia 

zenzero

Lo zenzero è al secondo posto per quanto riguarda l’aumento di fattori legati alla fertilità maschile in uomini sterili.

Le prove preliminari suggeriscono un aumento del 47,3% della motilità seminale con tre mesi di supplementazione di zenzero a uomini sterili.

Inoltre sembra efficace anche nell’aumentare l’ormone luteinizzante (LH) che è noto per regolare la fertilità e stimolare la produzione di testosterone dai testicoli.

Dove acquistare lo Zenzero?

 #3   TRIBULUS TERRESTRIS

Nr. di Studi: [1]   –   Efficacia 

Tribulus terrestris

Il Tribulus Terrestris è spesso indicato come un integratore per aumentare il testosterone basso, ma non ci sono prove sufficienti a dimostrarlo.

Al contrario invece, sembra poter migliorare l’erezione, il desiderio sessuale (sia maschile che femminile) e incrementare la motilità degli spermatozoi.

Dove acquistare il Tribulus Terrestris?

 #4   VITAMINA C

Nr. di Studi: [1]   –   Efficacia 

vitamina c

Antiossidanti come la Vitamina C sono in grado di contrastare gli effetti dello stress ossidativo che può portare alla sterilità negli uomini.

Uno studio su uomini sterili ha dimostrato che l’assunzione di 1000 mg di vitamina C due volte al giorno per due mesi aumenta la motilità dello sperma del 92% e la conta degli spermatozoi di oltre il 100%.

Ha anche ridotto la percentuale di spermatozoi deformi del 55%.

Dove acquistare la Vitamina C?

 #5   CARNITINA

Nr. di Studi: [5]   –   Efficacia 

carnitina

La carnitina, secondo la ricerca, è uno dei migliori integratori per aumentare la qualità dello sperma.

In particolare per quanto riguarda la morfologia dello sperma.

Uno studio ha anche rilevato un miglioramento delle erezioni, probabilmente un effetto indiretto dell’aumento del flusso sanguigno.

Dove acquistare la Carnitina?

 #6   MUCUNA PRURIENS

Nr. di Studi: [3]   –   Efficacia 

Mucuna Pruriens

La Mucuna Pruriens è un fagiolo che cresce dagli alberi in grado di aumentare la qualità seminale e i parametri ossidativi dopo l’ingestione per 3 mesi.

Inoltre può portare anche ad un aumento del testosterone negli uomini sterili e della motilità seminale.

Dove acquistare la Mucuna Pruriens?

 #7   ASHWAGANDHA

Nr. di Studi: [4]   –   Efficacia 

ashwagandha

L’Ashwagandha è un altro buon rimedio contro l’infertilità, ma porta con sé altri numerosi benefici.

In generale incide positivamente su diversi aspetti dei parametri seminali anche se in misura minore rispetto ad altri integratori.

Per gli uomini sterili in particolare sempre aumentare testosterone e qualità dello sperma.

Dove acquistare l’Ashwagandha?

 #8   ZINCO

Nr. di Studi: [2]   –   Efficacia 

zinco

La carenza di Zinco è un altro fattore che può portare a testosterone basso e infertilità maschile.

Studi suggeriscono che l’integrazione di zinco può aumentare l’ormone luteinizzante e conseguentemente testosterone e fertilità, soprattutto in uomini sterili.

Dove acquistare lo Zinco?

COME AUMENTARE LA FERTILITÀ MASCHILE: ALTRI RIMEDI

Non solo gli integratori sono utili a migliorare la fertilità e il concepimento.

Infatti può essere utile seguire queste semplici regole di stile di vita, che sono spesso incentrate sulla salute dell’uomo.

 #1    ANTIOSSIDANTI

Gli antiossidanti combattono i radicali liberi nel nostro corpo, che possono danneggiare lo sperma.

L’assunzione di un integratore antiossidante o di cibi ricchi di antiossidanti può migliorare i tassi di fertilità, soprattutto tra gli uomini con infertilità.

Quale acquistare?

 #2    ESERCIZIO FISICO REGOLARE

L’esercizio fisico non solo migliora la prestazione fisica ma può anche aumentare i livelli di testosterone.

Il testosterone essendo collegato direttamente alla produzione di sperma, influisce sulla fertilità maschile.

Se raramente fai esercizio fisico ma vuoi migliorare la tua fertilità, fare attività fisica dovrebbe essere una delle tue priorità.

 #3    RIDURRE LO STRESS

Lo stress può ridurre la soddisfazione sessuale e compromettere la fertilità.

I ricercatori ritengono che l’ormone cortisolo possa in parte spiegare questi effetti negativi dello stress.

Lo stress prolungato aumenta i livelli di cortisolo, che ha forti effetti negativi sul testosterone.

Quando il cortisolo sale, i livelli di testosterone tendono a scendere e indirettamente anche la produzione di sperma.

 #4    ELIMINA FUMO, ALCOL E DROGHE

Una meta analisi del 2016 che ha esaminato i risultati di oltre 20 studi con un totale di quasi 6000 partecipanti ha rilevato che il fumo ha ridotto costantemente il numero di spermatozoi.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che fumavano quantità moderate o pesanti di tabacco avevano una qualità dello sperma inferiore rispetto alle persone che fumavano tabacco meno pesantemente.

Inoltre, una revisione del 2018 ha collegato l’uso mondiale di droghe come l’alcol, la marijuana e la cocaina alla diminuzione della produzione di sperma.

 #5    LIMITA GLI ESTROGENI

Alcuni alimenti, in particolare i prodotti a base di soia, contengono estrogeni vegetali.

Questo può ridurre il legame del testosterone e la produzione di sperma.

Uno studio del 2019 condotto su 1319 maschi in Cina ha rilevato che concentrazioni più elevate di estrogeni vegetali nello sperma significavano una minore qualità dello sperma.

 #6    STILE DI VITA SANO

L’obesità è associata all’infertilità.

Se sei sterile e obeso, la perdita di peso dovrebbe essere uno dei tuoi obiettivi principali.

In secondo luogo anche dormire adeguatamente è vitale per mantenere la salute.

Il sonno limitato o eccessivo è stato anche collegato alla scarsa qualità dello sperma.

CIBI CHE AUMENTANO LA FERTILITÀ MASCHILE

cibi fertilità maschile

Per la maggior parte, l’assunzione di integratori è un modo sicuro per una persona per raggiungere il proprio fabbisogno giornaliero di vitamine, minerali e antiossidanti.

Tuttavia, il corpo non sempre li assorbe facilmente.

La maggior parte degli studi suggerisce che mangiare cibi che forniscono buone quantità di composti e sostanze chimiche specifiche permette al corpo di utilizzarli in modo più efficiente.

Il modo migliore per aumentare il numero di spermatozoi in modo naturale può essere quello di aumentare il consumo di alimenti ad alto contenuto di sostanze nutritive che favoriscono lo sperma, come la vitamina C, Zinco, gli antiossidanti e i grassi polinsaturi.

Ecco cosa mangiare per aumentare la fertilità maschile:

OSTRICHE + SEMI DI ZUCCA: entrambi sono molto ricchi di zinco, che può aumentare il testosterone, la motilità dello sperma e il numero di spermatozoi.

ARANCE: le arance contengono un sacco di vitamina C, e gli studi hanno dimostrato che migliora la motilità dello sperma, il conteggio e la morfologia. Altri alimenti che contengono vitamina C sono: pomodori, broccoli, cavoletti di Bruxelles e cavoli.

VERDURE A FOGLIA VERDE: il folato (noto anche come vitamina B) nelle spinaci, nella lattuga romana, nei cavoletti di Bruxelles e negli asparagi può aiutare a produrre sperma forte e sano.

CIOCCOLATO FONDENTE: il cioccolato fondente contiene arginina, un aminoacido in grado di migliorare la conta e la qualità degli spermatozoi.

SALMONE E SARDINE: gli acidi grassi omega-3 nel pesce e nei frutti di mare, specialmente salmone, sgombro, tonno, aringa e sardine, aiutano a migliorare la qualità e la quantità di sperma.

SUCCO DI MELOGRANO: gli antiossidanti nel succo di melograno possono migliorare i livelli di testosterone.

NOCI: il selenio che si trova nelle noci può aiutare ad aumentare il numero di spermatozoi, la forma e la motilità dello sperma.

 

TEST PER FERTILITÀ MASCHILE

Il 40-50% dei casi di infertilità sono attribuibili a problemi con lo sperma.

Per capire se è questo il problema nella coppia, potrebbe essere utile fare un semplice test che misura la concentrazione di spermatozoi nello sperma.

Tanto è maggiore la concentrazione di spermatozoi rispetto al limite di 15 milioni/ml, valore minimo riconosciuto come fisiologico e sufficiente al concepimento, tanto migliori saranno le probabilità di riuscire a concepire.

Il test per la fertilità non è detto che sia preciso al 100%, quindi prendere il risultato in maniera relativa cercando magari di approfondire attraverso uno spermiogramma.

Per fare un test per fertilità maschile è possibile acquistare online uno di questi prodotti e seguire le istruzioni.

CONCLUSIONI

Curare l’allergia con un’antistaminico naturale può essere il primo passo per affrontare questa malattia.

Considera sempre la complementarietà nel trattamento, in modo da provare varie “combinazioni” ad esempio prendendo un antistaminico naturale e utilizzando un purificatore d’aria.

É opportuno leggere attentamente ogni avvertenza e possibili effetti indesiderati di ciascun antistaminico naturale e seguire il dosaggio consigliato.

In ultima istanza rivolgersi al proprio medico.